Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 aprile 2016 1 04 /04 /aprile /2016 15:26
Esercizi di zen metropolitano: i pericoli dell'ubbidienza

Il celebre esperimento di Stanley Milgram (1961), condotto alla Stanford University poco dopo la fine della guerra e la scoperta dei campi di sterminio naisti, dimostra che non serve essere dei pazzi sadici per eseguire degli ordini malvagi. La maggior parte degli esseri umani, di fronte a un'autorità che impartisce loro ordini ingiusti, arriva al punto di infliggere scosse elettriche a un proprio simile. Una replica meno cruenta di questo esperimento, fatta in un'aula scolastica, non darebbe risultati molto diversi: gli studenti non reagiscono, se non con blande e isolate proteste, al comportamento dispotiuco di un insegnante che aggredisce verbalmente un loro compagno. E' la banalità del male, come scriveva Annah Arendt commentando il processo ad Adolf Eichmann, il principale responsabile della deportazione degli ebrei d'Europa, un ometto insignificante nella vita di tutti i giorni.

Forse avete già capito il nesso con i nostri esercizi di zen metropolitano: l'obbedienza alle autorità è un potentissimo navigatore satellitare che viene impiantato nella nostra psiche nel momento in cui ci scontriamo con la prima incarnazione del potere, di solito nostro padre, e viene via via rafforzato dalla scuola, dalla chiesa, dagli amici che frequentiamo, dai mass media. Viene a costituire quello che Freud chiama il nostro Super Io, produttore inesauribile di sensi di colpa.

E' un meccanismo essenziale per la sopravvivenza della società e ci salvaguarda dal finire i nostri giorni prematuramente o in prigione. Ma ai fini della nostra crescita interiore occorre che anche noi, come già Immanuel Kant, sottoponiamo a vaglio critico le sue pretese e ci chiediamo: fino a che punto queste costrizioni e restrizioni sono da me condivise? Chi rispetto veramente e chi fingo di rispettare, per convenienza od opportunismo? Faccio questo perché devo o perché voglio? E se devo, perché devo? Per quali principi o fini che siano veramente i miei?

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Blog di sroedner.over-blog.it
  • : Questo blog si occupa di poesia, di politica, di karate. Vi si trova un'eco della mia personale e soggettiva visione del mondo.
  • Contatti

Link