Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
8 agosto 2012 3 08 /08 /agosto /2012 22:23

yoiagostocopertinabis.jpg



Lonato del Garda primo pomeriggio.

Non sono sufficienti i 32° che segnano il termometro del palasport per far desistere gli almeno trecento karateka accorsi da tutta Italia. E questo perché tutti loro, come molti altri praticanti nel mondo, sono coscienti del fatto che il karate è, come diceva sempre il M°Gichin Funakoshi, un fuoco che arde e che va tenuto sempre vivo.

Del resto anche il M° Hiroshi Shirai nei suoi allenamenti, parla sempre di “tokon”. Non è solo il nome di un kata di Goshindo, ma qualcosa di ben di più importante. Significa “spirito di lotta” ed è anche questo un qualcosa che deve essere mantenuto costante, sveglio, veloce ed efficace, secondo il principio del shin-gi-tai, ovvero spirito, tecnica e corpo. L’attenzione ed il coinvolgimento dei partecipanti e di coloro che seguono i suoi insegnamenti e consigli, è il risultato più evidente di come questi principi siano oramai radicati nell’animo del praticante e costituiscano una spinta ulteriore per il miglioramento.

Quest’anno l’allenamento è stato indirizzato allo studio approfondito delle forme base (taikyoku), in principal modo per quanto riguarda le applicazioni sia statiche che in movimento. Tale condizione è un’altra delle caratteristiche dell’allenamento che sta portando avanti il Maestro Shirai e si basa sul principio dello IAI, ovvero quello di agire non da una posizione predefinita (come potrebbe essere quella del Kamae) ma da una condizione di relax fisico dove solo la mente è attenta e vigile (il famoso spirito di lotta di cui sopra), ma il momento e la direzione dell’aggressione sono del tutto sconosciuti.

Molti praticanti conosceranno il termine “iai” come derivato dell’arte marziale giapponese Iaido, dove i praticanti studiano Kata basati sull’estrazione della Katana partendo generalmente dalla posizione di Seiza o in piedi.

Il seguito su Yoi!  Per abbonamenti o informazioni: www.yoimagazine.it

 

Condividi post
Repost0
7 agosto 2012 2 07 /08 /agosto /2012 08:33

Monti ha avuto il solo merito di dire con chiarezza quello che tutti sappiamo già da un pezzo, ma che l'ipocrisia vieta di ammettere: la democrazia parlamentare è una foglia di fico che nasconde le vergogne della dittatura della finanza mondiale. In Europa (e non solo) i governi prendono le proprie decisioni (non solo economiche, ma politiche, militari...) in assoluta "autonomia" dal giudizio dei rispettivi parlamenti e soprattutto dei popoli. Ricordate, da noi, il referendum sull'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti? E' stato aggirato. E i politici tedeschi, che si sdegnano solo quando si tratta di soldi tedeschi, non hanno avuto niente da ridire quando un diktat del direttorio europeo ha impedito al popolo greco di pronunciarsi con un referendum sulla permanenza della Grecia nell'euro. Quanto agli organi di "informazione" italiani, fingono di credere alla mezza smentita di Monti che dichiara, come il suo predecessore Berlusconi, di essere stato malamente interpretato. 

Condividi post
Repost0
24 luglio 2012 2 24 /07 /luglio /2012 17:43

Scritto su questo blog l'11 settembre 2011: i lettori possono oggi valutare la validità delle mie previsioni di dieci mesi fa:

"Per chi segue con un minimo di attenzione la crisi economica in atto, è evidente che il nostro Paese si trova sull'orlo del fallimento, ritardato al momento solo dalla contrastata decisione della BCE di acquistare i nostri titoli di Stato. Se questa disponibilità (non priva di onerose contropartite) venisse a mancare, l'Italia per trovare acquirenti dovrebbe aumentare ulteriormente i tassi di interesse, aumentando il divario con i "virtuosi" Bund tedeschi e indebitandosi ancora di più. Il passo successivo sarebbe la totale sfiducia dei creditori. Privo di denaro liquido, il sistema Italia fallirebbe, "andrebbe in default" come è di moda dire oggi, e lo Stato non avrebbe modo di pagare stipendi, pensioni, eccetera. Contemporaneamente si accentuerebbe la crisi delle banche italiane, anch'esse detentrici di titoli di Stato, e crollerebbe la fiducia dei risparmiatori nei loro confronti. Essi si precipiterebbero a ritirare i loro depositi, uno scenario al quale nessun istituto di credito potrebbe far fronte. E tutto sarebbe come nel 1929, peggio che nel 1929.

Di questa situazione l'attuale, pur impresentabile governo di centro-destra, ha una responsabilità molto limitata, e lo dice a malincuore uno come me che per Berlusconi e allegra masnada non ha la minima simpatia. Ma tutti i governi di Eurolandia, di centro-destra come Francia e Germania o di centro-sinistra come la Spagna di Zapatero, si trovano sulla stessa barca, quella dell'euro, che sta navigando in acque burrascose verso un possibile, anzi probabile naufragio con esiti difficili a prevedere, anche se il più realistico resta la fine della moneta unica, con ognuno che se ne va per la sua strada.

A questa crisi il governo Berlusconi ha reagito con una "manovra" mediocre, insufficiente e scadente. Non ha imposto la patrimoniale per non perdere il proprio elettorato, e non ha fatto macelleria sociale per non accelerare la propria fine.

Chi lo sostituirà al prossimo tonfo di Piazza Affari? Un probabile governo tecnico con dentro UDC, banchieri, Confindustria e l'appoggio del PD. Il nuovo esecutivo non potrà che fare di peggio: chi detta legge nel mondo oggi è il Fondo Monetario Internazionale e la sua emanazione in Europa, la BCE. Basta seguire i discorsi di Casini e della Marcegaglia in questi giorni per capirlo: ci attendono l'abolizione immediata della pensione di anzianità, il pensionamento per tutti a 67 o 70 anni, la libertà di licenziamento per i privati e per lo Stato, la privatizzazione di tutto il privatizzabile.

A quel punto dello Stato sociale rimarranno solo le macerie, e dei guai giudiziari di Berlusconi non fregherà più niente a nessuno, salvo al partito di Repubblica, per trovare un capro espiatorio per la rabbia popolare.

Condividi post
Repost0
23 luglio 2012 1 23 /07 /luglio /2012 09:08

Quanti tra noi pensavano che i no-global della Val Susa coi loro bulloni e sassi esprimessero goliardia, pacifismo e sostegno alla visione del mondo del dalai lama sono serviti: la nostra ministra degli interni, col suo intuito sopraffino, ha compreso che la loro è "violenza pura"!

Condividi post
Repost0
22 luglio 2012 7 22 /07 /luglio /2012 08:14

Il personaggio misterioso della foto era Wladimiro Malatesti, il padre del karate italiano. Il quiz è stato risolto per primo dal Maestro Luciano Panciroli (a sua volta pioniere del karate lombardo) che vince pertanto l'abbonamento a Yoi.

Condividi post
Repost0
21 luglio 2012 6 21 /07 /luglio /2012 23:12

Indovina per primo chi è il karateka sulla destra in questa fotografia e vinci un abbonamento annuale alla rivista Yoi. Manda la risposta giusta a sroedner@yahoo.it.chi è

Condividi post
Repost0
19 luglio 2012 4 19 /07 /luglio /2012 13:52

Nel prossimo numero di Yoi (in distribuzione dal 15 agosto) un servizio sul Goshindo del Maestro Shirai e un quaderno tecnico affidato a un grande campione di karate! Per informazioni e abbonamenti: www.yoimagazine.it.claudio

Nella fotografia Claudio Ceruti, collaboratore del M°Shirai nella diffusione del Goshindo.

Condividi post
Repost0
19 luglio 2012 4 19 /07 /luglio /2012 07:47

E' morto Cesare Barioli, pioniere del judo in Italia, insegnante dei formidabili fratelli Vismara e di tanti altri. Con gli "Amici del judo" si oppose alla sportivizzazione della sua disciplina a fini prettamente agonistici. Ci mancherà molto.
cesare-barioli

Condividi post
Repost0
17 luglio 2012 2 17 /07 /luglio /2012 07:31

"Il vostro parlare sia sì sì no no", dice il Vangelo: e anche se Napolitano proviene da un'altra chiesa, quella dell'ex-PCI, dovrebbe sapere che sincerità, onestà e comportamento al di sopra di ogni sospetto sono regole che si devono esigere da chiunque rappresenti i cittadini, e a maggior ragione da un presidente della repubblica. Dunque perché sdegnarsi di essere stato accidentalmente oggetto di intercettazione telefonica? Che cosa non si deve sapere sul ruolo dei suoi predecessori al Quirinale nelle trattative tra mafia e stato? Perchè quella protezione concessa a un uomo da tempo discusso come Mancino? Il silenzio non giova a nessuno, tanto meno alla sua traballante credibilità di uomo "super partes".

Condividi post
Repost0
13 luglio 2012 5 13 /07 /luglio /2012 21:14

Marco Barbone, militante di Prima Linea, reo confesso dell'assassinio del giornalista Walter Tobagi, si fece quattro anni di carcere usufruendo dello sconto di pena riservato ai pentiti, dopo aver denunciati altri membri della sua organizzazione, poi si convertì, entro in Comunione e Liberazione e da lì al Giornale e alla Mondadori.

Alcuni tra i giovani condannati con sentenza definitiva della Cassazione per i fatti del G8, si faranno invece tra gli 8 e i 10 di carcere per danneggiamenti a cose,  mentre i poliziotti e i loro dirigenti, colpevoli dei pestaggi nella scuola Diaz rischiano solo la sospensione dal servizio.

E' questa la giustizia dello Stato italiano? E' per rispondere a questi giudici che Cesare Battisti deve rientrare in Italia?Walter Tobagi ucciso sul marciapiedeNella foto il corpo di Walter Tobagi: il suo assassino ha fatto meno anni di prigione di quanti ne toccheranno ai "no global" - Nel nostro ordinamento la proprietà privata è un feticcio più sacro della vita umana.

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di sroedner.over-blog.it
  • : Questo blog si occupa di poesia, di politica, di karate. Vi si trova un'eco della mia personale e soggettiva visione del mondo.
  • Contatti

Link