Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 agosto 2014 5 01 /08 /agosto /2014 09:14

L'Unità è morta molto tempo fa, diventando un'altra cosa rispetto a quel simbolo di ribellione di cui cantava Guccini nella canzone Eskimo. I "pochi audaci" che la infilavano in tasca rischiavano la discriminazione sul posto di lavoro se non il pestaggio quando ostentavano la propria appartenenza comunista in terra ostile, come Piazza San Babila e dintorni (accadde al mio amico Gianluca Orsi nella primavera del 68). Pochi mesi dopo L'Unità agli occhi dei giovani in rivolta era già diventata un simbolo dello stalinismo e del mite euro-comunismo: i sessantottini leggevano Il Manifesto, Lotta Continua, Potere Operaio e Servire il Popolo.

L'Unità non si è mai risollevata dal suo lento declino, cercando invano un'anima scomparsa con il suicidio del Partito Comunista Italiano. Adesso il piddì, che un'anima non l'ha mai avuta, non saprebbe che farsene del glorioso giornale "fondato da Antonio Gramsci". Meglio che scompaia piuttosto che fare la fine dell'Avanti, finito nelle mani di uno squallido faccendiere che col socialismo non ha niente a che spartire. In ogni caso l'avvento dell'era digitale ha fatto piazza pulita dei giornali, a maggior ragione di quelli di partito.

Per chi è comunque è affezionato all'edicola e odia leggere da uno schermo, l'erede delle battaglie e dell'anticonformismo della vecchia Unità è probabilmente Il Fatto quotidiano, poco ideologico ma efficace e corrosivo, che raccoglie poiche grandi firme invise a tutti i "sinceri democratici" dello stampo di D'Alema, Napolitano & Co. L'Unità è morta, viva il Fatto.

Condividi post

Repost 0
Published by sroedner.over-blog.it
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di sroedner.over-blog.it
  • : Questo blog si occupa di poesia, di politica, di karate. Vi si trova un'eco della mia personale e soggettiva visione del mondo.
  • Contatti

Link